Sfumature di grigio e riflessioni

Home Forum Angolo di Morgans! Commenti al CAP 1113 Sfumature di grigio e riflessioni

Stai visualizzando 2 post - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Autore
    Post
  • #309
    ispaniko
    Partecipante

    Ciao Straic, finalmente ho fatto L accesso anche al nuovo forum. Ho avuto qualche problema durante L iscrizione e ora mi vendicherò scrivendo un libro xD
    Innanzitutto mi ha fatto sorridere L ennesimo atteggiamento assurdo che ho notato. Avuto dalle stesse persone tra l altro xD Settimana scorsa “oda ritirati, brucio one piece ecc ecc”, ora “Oda genio ecc ecc”. Perché tutto questo ? Perché la maggior parte della gente non sa aspettare. Oda sta narrando un mondo, se lo scorso capitolo serviva a portare avanti la trama e a introdurre la situazione che poi ha portato a questo capitolo perché dire cose a caso ?! Fossero usciti insieme i due capitoli nessuno si sarebbe lamentato, come nessuno si lamenterà in futuro leggendoli di fila. Immagina questo cap senza lo scorso xD Mars a caso già lassù, saturn a caso pure ecc ecc Vabbè lasciamo stare che è meglio va.
    Per me la parte fondamentale del capitolo è stata senza ombra di dubbio l Umiltà e L intelligenza di vegapunk nel non sentirsi in grado di giudicare, e non invitare gli altri a farlo, le azioni dei suoi stessi carnefici. Tu hai mandato un bacio a distanza a Oda quando L hai letto ieri, io L ho mandato a te per averlo fatto notare. Quel discorso è fondamentale per tutto one piece. In one piece la maggior parte dei “nemici” hanno sfumature e punti di vista sul mondo interessanti da comprendere, e ho sempre sperato che i più importanti tra i nemici , i governanti, fossero stati L eccellenza in questo. Tra L altro c erano molti indizi di ciò (discorso di ryleigh sulle conclusioni tratte ecc). Però da un po’, specie dopo L introduzione attiva dei gorosei nella trama che continuavano a ripetere insetti a profusione e soprattutto la apparentemente inutilmente crudele caccia agli umani di god valley , stavo iniziando a pensare a un più banale “finale che temo” come lo chiami tu. Ecco, vegapunk mi ha ridato la gioia. Speramo bene. Magari god valley è l espressione più distorta e corrotta del tentativo di ammazzare la noia di esseri sempre stati indottrinati a credersi superiori nel corso dei secoli. Ma nulla c entra con gli ideali per il quale il governo cerca di mascherare ciò che è successo. Loro vedono gli umani veramente come inferiori ( per questo
    Concedono anche questo passatempo ai draghi), ma li ritengono anche responsabili di un qualcosa che stanno facendo di tutto per non far accadere/da tenere nascosto per una loro idea di “bene superiore” per il mondo. Insomma, la speranza di un qualcosa di più complesso si è riaccesa. Cosa a cui lo stesso one piece ha abituato, per lo meno a chi ha la maturità di cogliere sfumature oltre le apparenze.
    Parliamo ora dell ultima pagina. Innanzitutto interessantissimo il tuo spunto sulla vignetta marina. Molto suggestiva L idea di loro li belli tranquilli tanto “ sono affari di quelli di sopra”. Ammetto che quella vignetta messa sotto all annuncio della catastrofe veramente puó suscitare quella sensazione. Per il resto non avrei molto da aggiungere. Im sicuramente rappresenta figurativamente la natura, il mare. Una natura sfidata in passato. La cui sfida ha portato alla nascita di frutti innaturali, “del diavolo” appunto. Il mare infatti li rifiuta come una continua memoria della maledizione di aver voluto intraprendere quella sfida. Loro sarebbero i primi a perire in una eventuale inondazione come hai anche fatto notare ieri in live. Qui però ho una teoria , un po’ buttata lì anche perché non c è molto da dire dato che vega è partito dalla conclusione delle sue investigazioni. La red line che si rompe e L acqua si alza ecc ecc ?! Tutto detto e ridetto. E se invece in principio L acqua arrivasse all altezza delle isole che ora sono nel cielo e di marijoa ? E in qualche modo in passato sono riusciti a togliere tutta quell acqua e arrivare così al mondo odierno. Quello che vegapunk preannuncia non sarebbe altro che un ritorno del livello dell acqua allo stesso che aveva all epoca. L antico regno era L unione di tutto quello che al giorno d oggi è in cielo. Tra L altro per me one piece non è altro che il nome del regno, ma vabbè poi vedremo. Questo sarebbe un po’ un ribaltamento. Tutti pensano ad Atlantide , regno sommerso ecc. invece sarebbe il contrario. Il mondo presente sta sotto. Prima era sommerso , e ora starebbe per diventarlo di nuovo. Non lo so, non ha vere basi questa teoria essendo la frase finale di vega priva di altre spiegazioni che spero avremo. Però è stata la prima cosa a cui ho pensato quando ho letto il cap. Ciao Straic , un abbraccio.

    • Questo topic è stato modificato 1 mese, 2 settimane fa da ispaniko.
    • Questo topic è stato modificato 1 mese, 2 settimane fa da ispaniko.
    • Questo topic è stato modificato 1 mese, 2 settimane fa da ispaniko.
    #314
    ispaniko
    Partecipante

    A distanza di un paio di giorni, continuando a ragionarci mi è venuto in mente un posibille collegamento tra i frutti visti come sfida alla natura e la mia idea di vecchio mondo espressa prima con L acqua che arrivava al livello marijoa/ isole nel cielo.
    Immaginiamo un mondo antico, one piece appunto, che era dove ora sono isole nel cielo e marijoa. Gli abitanti di un regno di questo mondo tra le altre mille tecnologie che avevano, scoprirono un modo di rendere tangibili i loro desideri. Di renderli “possibili ramificazioni del futuro dell umanità”. Anche solo assaggiare uno di questi frutti però avrebbe portato a una sorta di maledizione. L acqua si sarebbe abbassata così tanto da mandare in malora quel bel mondo che finora li aveva ospitati. Loro se ne fregano, iniziano a mangiarli e superano così i limiti naturali umani. La natura , il mare , sentendosi sfidato avveró quella maledizione e L acqua si abbassò al livello che abbiamo ora nel presente. Questo regno poi perse la guerra, e i 20 vincitori si stabilirono a marijoa cercando di ripartire col mondo come era diventato dopo questo abbassamento del mare e cercando di non far capitare più una cosa simile. In segreto uno di loro però , nerona, ha sempre voluto un ritorno al mondo di una volta che quegli “inutili” esseri umani avevano distrutto per la loro brama di superare i limiti naturali imposti loro dal mare. Il mare infatti odia i fruttati. Lili lo ha capito ecc ecc qua puoi ricollegarci la teoria che scrissi sempre sul forum al capitolo di lili nefertari dove si parlava di Uranus ecc ecc. insomma altre molte cose andrebbero collegate a questo, però mi è sembrato un altro spunto possibile grazie a questo capitolo. Per dire, tutti pensano che le balene sbattessero la testa sulla red line perché “prima non c era quindi è artificiale e un giorno verrà distrutta. Così avremo L all blue”. Ecco con la mia teoria sarebbe più che le balene e i pesci sbattono la testa sulla redline perché semplicemente prima L acqua la superava. Circondava marijoa come un isola , e tutte le altre isole che nel presente solo quelle nel cielo. Quindi i pesci e le balene passavano tranquilli in quello che veniva chiamato all blue. La red line non è altro che un gigantesco argine che una volta veniva completamente sommerso dall acqua , ora non più , e la frase di vegapunk farebbe presagire che in futuro possa tornare a esserlo di nuovo.

Stai visualizzando 2 post - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.